Nato nel 2005 nell’ambito del corso Tecnologico ed esteso poi a tutte le classi, il “Farò del mio peggio News” ha cambiato nella sua storia 3 redazioni tecniche, mantenendo la continuità del lavoro ed ottenendo numerosi riconoscimenti tra cui sette nomination al concorso nazionale “Giornalista per un giorno” (Fiuggi 2007), la vittoria al concorso "Il giornale dalla scuola", nell’ambito del Circuito Diregiovani (Roma 2010), organizzato dalla Agenzia di Stampa "Dire" e patrocinato dal MIUR, un diploma di Merito del Secolo XIX (Genova 2010) e dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti (Benevento 2011), tre premi nell’ambito del concorso nazionale “Il miglior giornalino scolastico” (Avellino 2011-2013), un “Premio speciale Presidenza di Alboscuole” (Chianciano Terme 2012), una “menzione speciale per il sarcasmo” al concorso nazionale “Prima Pagina” promosso dal Comune di Modena in collaborazione con l’associazione culturale Progettarte, nell’ambito della VI edizione di BUK-Festival della piccola e media editoria- che si è tenuto il 23 e 24 marzo 2013 presso il Foro Boario di Modena. 

 

Fra i risultati di prestigio del progetto editoriale 2012/2013, ricordiamo infine il premio nazionale “Giornalista per un giorno”, organizzato dall’Associazione Alboscuole a Chianciano Terme (2-3 maggio 2013).

Il progetto viene realizzato fra settembre e maggio, coinvolgendo ogni anno decine di studenti del Liceo Scientifico “O. Grassi”. Considerato l’alto numero di adesioni, gli studenti vengono suddivisi in una redazione tecnica e in una rete di collaboratori (cronisti, opinionisti, fumettisti, fotoreporter …) con modalità e tempi di lavoro differenti: ogni due mesi si svolgono le riunioni plenarie per l’impaginazione, ma molti redattori/collaboratori lavorano al mattino nell’ambito delle Attività Alternative all’IRC. 

La vita redazionale , dopo una prima parte dedicata alla definizione della linea editoriale e alla strutturazione di una redazione giornalistica autonoma, prosegue attraverso lezioni sulle tecniche di scrittura e di impaginazione, tenute dai redattori più esperti, incontri (anche conviviali) fra studenti, produzione di articoli e rubriche, stampa di quattro -cinque numeri del “Farò del mio peggio News”, partecipazione a meeting e concorsi di giornalismo scolastico, visite alle sedi di periodici locali e nazionali, incontri con giornalisti professionisti. Il giornale raggiunge gli studenti del Liceo e le loro famiglie attraverso una tiratura variabile dalle 200 alle 500 copie in base ai fondi disponibili. Inseritosi a pieno titolo tra i migliori giornalini scolastici italiani, il “Farò del mio peggio News” viene letto anche sul web attraverso un sito proprio (www.farodelmiopeggio.it), o sul circuito nazionale Alboscuole (raggiunto da più di 100.000 visitatori unici negli ultimi anni) che certifica anche il credito formativo dei redattori. Il giornale viene anche letto e distribuito virtualmente sul Social Network più in voga al momento, Facebook.

Sala riunioni, archivio e sede storica del giornale trovano ospitalità in Aula Consulta, dove i redattori si riuniscono mensilmente. Attualmente la redazione comprende 54 studenti ed è coordinata dalla Direttrice Editoriale Francesca Romana Cavallo (5B), con la collaborazione di Miriam Michero (4H), dei Coordinatori Mistral Coffano, Davide Pesce (5B), Nicolò Patrone e Davide D’Antona (5H), e delle tre impaginatrici Carola Amorino, Alice Zoia e Cecilia Miralta (4H). Nei suoi 8 anni di storia il giornale è stato diretto anche da Alessia Parodi, Andrea Quinci, Roberto Palermo ed Antonio Molinari. 

Dal 2010, intorno al “Foglio dei liberi pensatori del liceo” è nata l’Associazione di giornalismo scolastico “Farò del mio peggio News”, che si occupa della gestione amministrativa, oltre a rappresentare un punto di aggregazione per i redattori e gli ex redattori.