Un tesoro nascosto e troppo spesso trascurato si nasconde a Savona, un patrimonio inestimabile, unico a livello mondiale che presto vedrà finalmente la luce, esposto in una location degna della sua importanza. 

L’ All About Apple Museum è la collezione di oggetti Apple più vasta al mondo: abbraccia tutta la storia dell’informatica personale, da quando Apple inventò i primi computer destinati al grande pubblico fino ai giorni nostri. 9000 esemplari tra personal computer, periferiche, accessori e prototipi di produzione Apple, realizzati a partire dal 1976 e che da ormai 12 anni vagano tra scantinati, musei provvisori, mostre ed esposizioni in giro per l’Italia, alla ricerca di una sistemazione definitiva adatta al loro valore. 

 Grazie all’Autorità Portuale di Savona e alla Fondazione “De Mari”, l’All About Apple Museum ha presentato la sua nuova location: la Darsena di Savona. 

Il 24 Gennaio 2014 è stata inaugurata “The New Era”, la 3.0, dell’AAA: 3.0 come la terza evoluzione, la terza sede, che finalmente consentirà a questo patrimonio per troppo tempo celato di essere ammirato ed apprezzato a livello internazionale, diventando così una vera attrazione per Savona. La collocazione scelta è strategica: il polo crocieristico ha un afflusso di oltre un milione di visitatori l’anno, i quali potranno facilmente raggiungere il Museo e visitare questa raccolta unica al mondo. 

Savona infatti ospita inconsapevolmente la più grande collezione Apple al mondo, un vero must per tutti gli appassionati di tecnologia, la quale contiene al suo interno prodotti che hanno fatto la storia dell’informatica, come ad esempio il Macintosh: il primo personal computer dotato di interfaccia grafica, lanciato esattamente trent’anni prima della presentazione della nuova sede del museo. Da esso e da altri prodotti esposti derivano il computer come lo conosciamo oggi, gli smartphones, la computer grafica, la stampa tipografica, i film di animazione e molti altri aspetti tecnologici del nostro presente. Un patrimonio così grande ed importante da essere riconosciuto da Apple stessa con una lettera del Giugno 2005, il quale attirerà sicuramente a Savona una nutrita schiera di appassionati da tutto il mondo.

La presentazione è stata architettata in pieno stile Apple: emozionale e ricca di sorprese. Dopo aver mostrato lo spot televisivo del 1984 del primo Macintosh ed il suo lancio ufficiale, il Presidente dell’AAA Alessio Ferraro ne ha tirato fuori dalla scatola un esemplare perfettamente funzionante, proprio come esattamente trenta anni prima di lui Steve Jobs, e l’ha acceso davanti agli occhi del pubblico. Infine, con un colpo di scena finale, lui e i componenti dell’associazione hanno abbattuto il primo muro del Museo (composto da scatole di cartone) svelando il vero pezzo forte della collezione: l’insegna originale della Apple del 1977, realizzata a mano, unica al mondo.

Gli appassionati dovranno attendere ancora un po’ prima di poter ammirare e toccare con mano questi pezzi pregiati: l’apertura al pubblico è prevista entro la fine del 2015. Da allora, si può stare certi, Savona diverrà meta di pellegrinaggio da parte di visitatori da tutto il mondo. 

Un fiore all’occhiello per la nostra cittadina.